• Subcribe to Our RSS Feed

Saluto del Parroco Fr. Maurizio Vanti

Carissimi amici parrocchiani, 

mi permetto spendere pochissime parole per presentare – nella home page del “nuovo” sito della nostra Unità Pastorale – questo tentativo di avvicinarci a Voi anche tramite gli strumenti che la tecnologia ci offre. Questo sito è uno strumento “in progress”, destinato a crescere solo se il Vs. favore ed il Vs. aiuto lo permetterà. Noi ci auguriamo di sì, così come ci auguriamo che possa essere di supporto, non certo di supplire, all’attività pastorale che in questi pochi mesi di permanenza tra Voi abbiamo – assieme – iniziato a costruire.
Abbiamo in particolare pensato di offrire, oltre alle pagine di presentazione delle nostre Parrocchie, della storia in cui siamo immersi e delle attività che ruotano attorno alle nostre realtà, due strumenti che in questa prima fase riteniamo importanti:
* il calendario, che riporta non solo le iniziative della ns. Comunità ma anche informazioni sulla vita della Chiesa, con rimandi (link) esterni o a documenti ufficiali (basta cliccare sul simbolo +Espandi tutto o all’interno dell'”avviso”, oppure cambiare il periodo di visualizzazione), e
* la pagina dei link al variegato mondo cattolico, dai siti istituzionali del Vaticano, della Chiesa Cattolica, a quelli dell’esperienza religiosa (il Francescanesimo) da cui noi Frati proveniamo per continuare con quelli delle Associazioni e Movimenti che animano la nostra Chiesa italiana ed universale; non potevano inoltre mancare link ai Media (radio, tv e giornali) ed ad alcune realtà locali.
Naturalmente, non manca la possibilità di visualizzare e/o scaricare il bollettino parrocchiale settimanale, che riporta in linea di massima tutte le attività parrocchiali della settimana entrante (comunque riportate anche nel calendario), posto sulla parte destra del pannello di navigazione.

Aiutateci, con il Vs. contributo di testimonianze, commenti, di offerta di materiale (audio e video), e di ogni iniziativa che la Vs. fantasia e la Vs. intelligenza Vi suggerirà, a far crescere questo strumento come piccolo segno della grande crescita delle nostre Comunità.


Saluto di ringraziamento ed auguri di Buon Natale 2016 e Felice Anno 2017

Carissimi amici parrocchiani:

            “GRAZIE DI CUORE” ancora per come avete accolto me come Vostro nuovo Parroco e per come avete accolto anche Fr. Giuseppe, Fr. Lorenzo e Fr. Aldo in questa nuova ed entusiasmante esperienza che ci deve coinvolgere tutti nella costruzione di una sempre più profonda conoscenza tra noi per avere la gioia di sperimentare la verità della speranza e della bellezza dell’essere FRATERNITÀ, CHIESA = FAMIGLIA di famiglie.

Paolo VI nella lettera indirizzata agli artisti alla chiusura del Concilio Vaticano II (8 dicembre 1965) affermava: “La bellezza come la verità è ciò che infonde gioia nel cuore degli uomini, è quel frutto prezioso che unisce le generazioni e che le fa camminare nell’ammirazione”. Dostoevskij scriveva: “L’umanità può vivere senza scienza, senza pane, ma senza bellezza no! Perché non ci sarebbe nulla da fare al mondo. Tutto il segreto è qui, tutta la storia è qui”. Gli fa eco il pittore Georges Braque: “L’arte è fatta per turbare, mentre la scienza rassicura”.

La bellezza colpisce, ma proprio così scuote l’uomo e gli dona il coraggio di vivere fino in fondo il dono unico dell’esistenza, perché schiude il cuore verso l’altro da sé, verso Dio. L’arte in tutte le sue espressioni, nel momento in cui si confronta con i grandi interrogativi dell’esistenza può essere un percorso di profonda riflessione interiore e di spiritualità. Questa affinità tra percorso di fede ed itinerario artistico l’attesta l’incolmabile numero di opere d’arte che hanno come protagonisti personaggi, le storie, i simboli di quell’immenso deposito di figure (in senso lato) che è la Bibbia.

Questa affinità tra percorso di fede e itinerario artistico lo attesta pure la nostra Chiesa che avremo la gioia di contemplare nella sua originale bellezza dopo meticolosissimi lavori di restauro.

“Ma” diceva Hans Urs Von Balthasar “la bellezza non è amata e custodita nemmeno dalla religione. Chi al suo nome increspa al sorriso le labbra, di costui si può essere sicuri che non è capace di pregare e presto, nemmeno di amare”. Simone Weil scriveva a proposito: “In ciò che è bello c’è realmente la presenza di Dio. Il bello è la prova sperimentale che l’incarnazione è possibile”.

Carissimi amici parrocchiani anche noi al pari degli artisti siamo custodi di bellezza, annunciatori di speranza.

Senza timore e senza screditarci gli uni gli altri, perché solo insieme, mano nella mano si va a Betlemme, ci incontreremmo quindi con la sorgente ultima della bellezza – il Bambino Gesù – Bellezza Infinita fattasi Carne.

Auguriamo a tutti voi di portare negli occhi, nelle mani, nei piedi e nel cuore questa visione perché Vi dia la gioia vera e Vi ispiri.

Di cuore Vi benediciamo e Vi salutiamo, augurandoVi un Buon Natale e un Felice Anno Nuovo nel Signore.

Fr. Maurizio, fr. Giuseppe, fr. Aldo e fr. Lorenzo – Natale 2016

 

 

Privacy Policy

error:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi